Home > Bibliography > Bibliography (Italian) > Musica nel laboratorio elettroacustico. Lo Studio di Fonologia di Milano e (...)

Scaldaferri, Nicola

Musica nel laboratorio elettroacustico. Lo Studio di Fonologia di Milano e la ricerca musicale negli anni Cinquanta

1997

giovedì 26 ottobre 2006, di Rob Weale

Tutte le versioni di questo articolo: [English] [italiano]

Il volume consiste in una riflessione sulla musica radiofonica degli anni Cinquanta, mettendo a fuoco in particolare l’attivitĂ dello Studio di Fonologia di Milano.
Nel primo capitolo l’autore esamina esamina il rapporto tra la radio e il nuovo genere musicale elettroacustico: grazie alla radio, nasce un nuovo tipo di ascolto e la necessitĂ di istituire studi musicali dove creare sperimentazioni tecnico-musicali.
Il secondo e il terzo capitolo capitoli trattano la storia dei maggiori centri di Parigi, Colonia e Milano, indagando il legame tra la tecnologia e le scelte estetiche.
Il quarto capitolo ripercorre il processo compositivo di ’Notturno’ di Bruno Maderna, brano per nastro magnetico, sollevando alcune riflessioni sulla necessitĂ di salvaguardare la musica su nastro.

Contenuti:

1. La radio e la ricerca della nuova musica
2. Musica concreta e musica elettronica
3. Lo Studio di Fonologia Musicale della RAI di Milano
4. Dall’evento sonoro al processo compositivo: analisi di ’Notturno’ di Bruno Maderna

SPIP | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0